Servizio offerto da Google Translate

La redazione italiana di www.cresceresani.it non risponde per eventuali errori di traduzione derivanti dall'uso di Google Translate.
Registrati Contattaci Seguici anche su: Facebook YouTube YouTube

suggerimenti per la ricerca 
Per fare in modo che la vostra ricerca all’interno del nostro sito sia più fruttuosa si consiglia di cercare singole parole (ad esempio "centile", "crescita", o il cognome di un nostro esperto tipo "Sartorio", ecc.) o al massimo parole doppie (ad esempio "età ossea", "bassa statura", ecc.).
La ricerca di frasi più complesse come ad esempio "Età ossea anticipata" o "A quale stadio di Tanner compare il menarca" non danno alcun risultato pur essendo gli argomenti contenuti nel sito. In questi casi, per avere una risposta ad un quesito specifico e dettagliato è necessario scrivere la domanda per intero nella sezione "L’esperto risponde", che si trova nella colonna laterale sinistra della homepage del sito.
ULTIME NEWS
https://www.cresceresani.it/progetti-educativi/?&paginasegue=8#
TUTTE LE RISPOSTE
Domanda
(R., Milano)
Risposta
Da quanto mi scrive credo che sia opportuno un controllo ambulatoriale di suo figlio a breve, in modo da verificare lo stadio di sviluppo e valutare l'eventuale necessità di eseguire alcuni accertamenti ormonali e/o radiologici, volti ad escludere patologie sottostanti. L'eventuale trattamento di blocco dello sviluppo puberale è riservato solo alle effettive pubertà precoci e deve iniziare prima dei 9 anni di età nel maschio. Si rivolga presso un buon Centro che si occupa di queste problematiche.
Ultima modifica 12-03-2019
Esperto
Prof. Alessandro Sartorio
Domanda
(M., Cosenza)
Risposta
Da quanto mi scrive lo sviluppo puberale di suo figlio appare anticipato rispetto alla norma. E' necessario escludere tutte le cause patologiche di anticipo puberale. Visto che gli esami già eseguiti (che non ho potuto vedere) sembrano tutti nella norma, mi preoccupa ovviamente l'età ossea molto avanzata che può condizionare negativamente la prognosi staturale. Credo sia opportuno cercare di aiutare la crescita di suo figlio, cercando di aggiungere tutti i centimetri possibili prima che sia troppo tardi.
Ultima modifica 26-02-2018
Esperto
Prof. Alessandro Sartorio
Domanda
(R., BOlogna)
Risposta
Non è nostra normale prassi esprimere pareri su un singolo caso, soprattutto basandoci solo su dati riportati (peraltro ben descritti nel suo caso). Partendo dal fondo della sua email (altezza attuale di Camilla), le confesso che sono un pò preoccupato per il centile staturale attuale, che è molto al di sotto del 1° centile (SDS: - 3.26) e molto distante dall'altezza bersaglio familiare, calcolata sulla base delle stature di entrambi i genitori (vs SDS bersaglio: -0.44, differenza con SDS di Camilla: 2.82). Anche se gli esami fatti sinora mi sembrano completi, credo che bisognerebbe vedere bene tutta la documentazione clinica e pensare a qualche altra diversa soluzione/accertamento per trovare il modo migliore per aiutare la crescita di vs figlia.
Ultima modifica 07-11-2017
Esperto
Prof. Alessandro Sartorio
Domanda
Mio figlio (8.6 anni, cm. 134, kg. 29) presenta una lieve peluria al pube e alle gambe. La radiografia della mano conferma un'età ossea corrispondente all'età anagrafica. Gli esami ematici (tiroide, cortisolo) sono nella norma, il testosterone è alto e temo una pubertà precoce. Cosa è meglio fare? (M., Bologna)
Risposta

Anche se non conosco esattamente il giorno di nascita di suo figlio, l'altezza attuale si colloca intorno al 65° centile secondo gli standard di riferimento italiani, mentre il peso è circa al 45° centile. Gli esami fatti sinora non mi permettono di fare alcuna ipotesi, anche se la normalità dell'età ossea mi pare abbastanza rassicurante. Consiglio sicuramente un controllo presso un buon Centro che si occupa di crescita e sviluppo puberale per integrare eventualmente gli accertamenti già eseguiti con qualche esame ormonale più mirato.

Ultima modifica 30-10-2017
Esperto
Prof. Alessandro Sartorio
Domanda
(R., Milano)
Risposta
La crescita staturale attuale di sua figlia è superiore al 90° centile, ben al di sopra dell'altezza bersaglio familiare determinata sulla base della statura di entrambi i genitori (56° centile). Da quanto mi scrive sembra che sia già iniziata la fase di maturazione puberale, sia a livello pubico che mammario. Visto il relativo anticipo nella comparsa di questi segni, le consiglio un controllo ambulatoriale di sua figlia presso un buon Centro che si occupa di crescita e sviluppo. In considerazione della familiarità per sovrappeso in entrambi i genitori, credo sia opportuno tenere anche sotto controllo il peso di sua figlia con una dieta equilibrata e adeguata alla sua età.
Ultima modifica 12-06-2017
Esperto
Prof. Alessandro Sartorio
Domanda
Ho un figlio di 11.1 anni alto 155, peso 42 kg; i genitori sono alti: papà 200 cm, mamma 175 cm.Ha un inizio di peluria (ancora bionda) è un leggero ingrossamento dello scroto; oggi tornando a casa ho notato un leggero odore di sudore. Può essere normale alla sua età? Avendo genitori alti può essere che la sua pubertà inizi un po' prima rispetto ai suoi coetanei? (S., Melzo)
Risposta
La crescita attuale di suo figlio si colloca al di sopra del 90° centile, in linea con l'altezza bersaglio familiare. Un iniziale sviluppo puberale può essere normale a 11 anni, ma la corretta stadiazione dello sviluppo deve essere ovviamente valutata in corso di una visita. Generalmente, genitori molto alti possono avere avuto un ritardo nello sviluppo puberale, piuttosto che un anticipo, visto che quest'ultimo tende ad accelerare la maturazione scheletrica e quindi a determinare una più precoce saldatura delle cartilagini di crescita.
Ultima modifica 05-06-2017
Esperto
Prof. Alessandro Sartorio
Domanda
(R., Genova)
Risposta
La statura attuale di suo figlio è prossima al 75° centile, un poco superiore all'altezza bersaglio familiare determinata sulla base dell'altezza dei due genitori. Da quanto mi scrive, l'inizio dello sviluppo puberale sembra essere stato in effetti un poco anticipato, ma non precoce. Per capire quale può essere la crescita staturale residua, credo che potrebbe essere utile far fare (sentito ovviamente il parere del suo pediatra) una radiografia del polso mano (sul lato controlaterale al dominante) per una valutazione accurata dell'età ossea. In base a questo dato, lo specialista auxologo a cui porterà in visione l'età ossea valuterà al meglio il da farsi.
Ultima modifica 05-06-2017
Esperto
Prof. Alessandro Sartorio
Domanda
Mio figlio è alto 186.5 cm ed ha 13.6 anni; negli ultimi due anni e cresciuto circa 20-24 cm, ma da circa 3 mesi non è più cresciuto. Io e mio marito siamo entrambi alti 180 cm. Mio figlio crescerà ancora o resterà alto come ora? (T., Vicenza)
Risposta
Anche se non mi ha indicato la data precisa di nascita di suo figlio, il centile staturale attuale è ben superiore al 97° centile (in linea con la vostra altezza bersaglio familiare, calcolata sulal base della statura di entrambi i genitori). Senza avere un'idea del suo attuale stato di maturazione puberale, per me è praticamente impossibile dirvi quale potrebbe essere la sua crescita residua. Una valutazione eventuale della sua età ossea mediante radiografia del polso-mano, a discrezione del Curante, potrebbe essere di aiuto per una valutazione più accurata del potenziale residuo di crescita
Ultima modifica 29-03-2017
Esperto
Prof. Alessandro Sartorio
prossimi >   fine >>

Visti: 8, rimanenti: 198. Totali: 206 - pagine: 25
Il sito web di Cresceresani non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto