Servizio offerto da Google Translate

La redazione italiana di www.cresceresani.it non risponde per eventuali errori di traduzione derivanti dall'uso di Google Translate.
Registrati Contattaci Seguici anche su: Facebook YouTube YouTube

suggerimenti per la ricerca 
Per fare in modo che la vostra ricerca all’interno del nostro sito sia più fruttuosa si consiglia di cercare singole parole (ad esempio "centile", "crescita", o il cognome di un nostro esperto tipo "Sartorio", ecc.) o al massimo parole doppie (ad esempio "età ossea", "bassa statura", ecc.).
La ricerca di frasi più complesse come ad esempio "Età ossea anticipata" o "A quale stadio di Tanner compare il menarca" non danno alcun risultato pur essendo gli argomenti contenuti nel sito. In questi casi, per avere una risposta ad un quesito specifico e dettagliato è necessario scrivere la domanda per intero nella sezione "L’esperto risponde", che si trova nella colonna laterale sinistra della homepage del sito.
ULTIME NEWS
TUTTE LE RISPOSTE
Domanda
Mia figlia (nata a 38 settimane, 51 cm, 3.340 kg) ha 10.7 anni e le è stata diagnosticata una neurofibromatosi con previsione di statura finale di 160 cm. Io sono 161 cm, il padre 172 cm. Cosa mi consiglia? (T., Saluzzo)
Risposta
La crescita staturale di un bambino/a con neurofibromatosi è in effetti spesso ai limiti inferiori della norma per la popolazione normale. Tuttavia, per i bambini affetti da questa malattia è raccomandato l'uso di carte specifiche costruite per la malattia stessa, che permettono di capire se all'interno della popolazione specifica di riferimento la crescita del bambino-a è in effetti normale o inferiore/superiore alla media dei bambini-e affetti dalla stessa patologia.  La stima della statura finale da adulto, già di per sè difficile e con ampio margine di errore nei bambini-e normali, è ancora più difficile nei bambini con malattie rare e/o sindromiche (condizionata da diversi fattori). In questi casi, la previsione di crescita dovrebbe essere sempre fatta sulla base di una buona radiografia del polso per valutazione dell'età ossea. Le consiglio di far seguire la crescita di sua figlia presso un buon Centro che si occupa di crescita e malattie rare.
Ultima modifica 18-10-2012
Esperto
Prof. Alessandro Sartorio