Servizio offerto da Google Translate

La redazione italiana di www.cresceresani.it non risponde per eventuali errori di traduzione derivanti dall'uso di Google Translate.
Registrati Contattaci Seguici anche su: Facebook YouTube YouTube

suggerimenti per la ricerca 
Per fare in modo che la vostra ricerca all’interno del nostro sito sia più fruttuosa si consiglia di cercare singole parole (ad esempio "centile", "crescita", o il cognome di un nostro esperto tipo "Sartorio", ecc.) o al massimo parole doppie (ad esempio "età ossea", "bassa statura", ecc.).
La ricerca di frasi più complesse come ad esempio "Età ossea anticipata" o "A quale stadio di Tanner compare il menarca" non danno alcun risultato pur essendo gli argomenti contenuti nel sito. In questi casi, per avere una risposta ad un quesito specifico e dettagliato è necessario scrivere la domanda per intero nella sezione "L’esperto risponde", che si trova nella colonna laterale sinistra della homepage del sito.
ULTIME NEWS
EVENTI
Titolo
Stramilano 2010 "RUN WITH MI"
Data
21 marzo 2010
Stramilano 2010: “Cresceresani” era presente con il prof. Sartorio e un gruppo di atleti del Liceo Scientifico “Cremona” di Milano. Una bellissima occasione di sport “sano” per far conoscere alla Città il progetto internazionale “Crescere nel mondo: una raccolta di carte di crescita”, che il gruppo di ricerca di Sartorio sta sviluppando ulteriormente in ottica EXPO 2015 grazie alla collaborazione di Ambasciate, Associazioni, Enti, Ospedali e Università di tutto il mondo. L’attività fisica regolare (associata ad una sana alimentazione sin da bambini) è fondamentale nella prevenzione delle malattie metaboliche, come obesità e diabete mellito, che sono diventate (purtroppo) sempre più frequenti anche nella nostra Società. Un recente studio condotto dai ricercatori dell’Istituto Auxologico Italiano (diretti dal prof. Sartorio), pubblicato sulla  prestigiosa rivista Diabetes Research and Clinical Practice, ha dimostrato che l’obesità infantile si associa ad un elevato rischio di “sindrome metabolica”, responsabile a sua volta di un aumentato rischio cardio-vascolare in età adulta.