Servizio offerto da Google Translate

La redazione italiana di www.cresceresani.it non risponde per eventuali errori di traduzione derivanti dall'uso di Google Translate.
Registrati Contattaci Seguici anche su: Facebook YouTube YouTube

suggerimenti per la ricerca 
Per fare in modo che la vostra ricerca all’interno del nostro sito sia più fruttuosa si consiglia di cercare singole parole (ad esempio "centile", "crescita", o il cognome di un nostro esperto tipo "Sartorio", ecc.) o al massimo parole doppie (ad esempio "età ossea", "bassa statura", ecc.).
La ricerca di frasi più complesse come ad esempio "Età ossea anticipata" o "A quale stadio di Tanner compare il menarca" non danno alcun risultato pur essendo gli argomenti contenuti nel sito. In questi casi, per avere una risposta ad un quesito specifico e dettagliato è necessario scrivere la domanda per intero nella sezione "L’esperto risponde", che si trova nella colonna laterale sinistra della homepage del sito.
ULTIME NEWS
EVENTI
Titolo
Seminari scientifici delle Università Federali di Santos e São Paulo, Brasile
Data
28-29 ottobre 2008
Luogo
Santos e São Paulo, Brasile
In occasione del 75° anniversario di fondazione, le Università Federali di Santos e São Paulo hanno invitato il dr. Alessandro Sartorio a tenere una serie di relazioni ad invito sul tema “Obesità e sindrome metabolica in età infantile e adolescenziale”. Sono stati presentati i dati più recenti sulla prevalenza della sindrome metabolica e dell’obesità infantile nei due Paesi, frutto di una collaborazione scientifica internazionale fra il gruppo di ricerca del dr. Sartorio e il Dipartimento di Nutrizione dell’Università di São Paulo. I risultati dello studio, pubblicati sulla prestigiosa rivista International Journal of Clinical Practice nel mese di ottobre, hanno evidenziato che i ragazzi-e obesi brasiliani hanno un rischio più elevato rispetto ai coetanei obesi italiani di avere la sindrome metabolica, ossia la presenza contemporanea di complicanze importanti come diabete mellito, elevati livelli di colesterolo e ipertensione arteriosa. L’occasione di incontro ha posto le basi anche per lo sviluppo di importanti collaborazioni future con numerosi gruppi di ricerca sud-americani.